Covid-19 : Riparti in sicurezza, sanifica gli ambienti della tua azienda

Listeria, contaminazione e contagio. Come prevenirlo nei processi di produzione?

Home NewsListeria, contaminazione e contagio. Come prevenirlo nei processi di produzione?
18 novembre 2020

Listeria, contaminazione e contagio. Come prevenirlo nei processi di produzione?

Bioleader, laboratorio di analisi specializzato nella sicurezza alimentare e nei controlli analitici per numerosi settori, fornisce un metodo rapido con risultato sicuro entro 36 ore per la ricerca della Listeria.

Tra i microrganismi più facili e insidiosi da trovare negli alimenti, c’è la Listeria monocytogenes, pericoloso batterio che prolifera negli alimenti freschi e sopravvive anche su superfici a contatto con gli alimenti – coltelli, posate, taglieri, cestino lava verdura – o nel frigorifero.

La Listeria è un microrganismo ubiquitario e non è raro trovarlo nelle materie prime crude. Da qui può trasferirsi sulle superfici per la preparazione del prodotto.

Questo batterio causa la Listeriosi, malattia che può arrivare ad avere esiti infausti in quella fascia della popolazione più fragile come bambini, anziani e soggetti immunodepressi poiché può causare gravi patologie come meningite o meningoencefalite. Inoltre, nelle donne in stato di gravidanza, può causare un’infezione intrauterina che arriva a provocare la morte del feto.

Sono sufficienti cariche microbiche basse per causa la Listeriosi ed è quindi fondamentale per le industrie alimentari verificare la sua assenza sia nei prodotti sia sulle superfici di lavorazione. Inoltre, il regolamento europeo 2073/2004 e s.m.i. richiede che il produttore immetta sul mercato prodotti privi di Listeria monocytogenes.

Per evitare che ciò è accada è fondamentale la corretta igiene sia nei processi produttivi sia nella preparazione del prodotto da immettere nel mercato, oltre che verificare l’assenza del microrganismo tramite delle analisi accurate. I metodi microbiologici classici però, hanno dei tempi di lavorazione molto lunghi e talvolta possono passare 5-7 giorni dalla produzione del prodotto per avere la certezza del risultato negativo.

Bioleader, laboratorio di analisi specializzato nella sicurezza alimentare e nei controlli analitici per numerosi settori, è accreditato per la ricerca della Listeria monocytogenes e offre un metodo di analisi rapido: il PCR (reazione a catena della polimerasi). Questa tecnica consente di rilevare la presenza del DNA del microrganismo permettendo, in caso di negatività del campione, di fornire il risultato sicuro anche entro 36 ore dal campionamento.