Strutture sanitarie

Home Ambiti Strutture sanitarie

Strutture sanitarie

Le strutture sanitarie presentano caratteristiche e criticità che richiedono un monitoraggio costante per tutelare al meglio i degenti, le cui condizioni di salute li rendono più esposti a possibili infezioni e al rischio legionella.
La valutazione del rischio biologico all’interno delle strutture sanitarie richiede quindi un’analisi globale delle patologie curate nei vari reparti, dei contesti in cui si muovono i pazienti, dei macchinari con cui interagiscono.

I settori interni che devono seguire specifiche normative o buone pratiche di produzione sono numerosi.
Fra questi ricordiamo:

  1. Le mense, alle quali si applica quanto previsto per le aziende alimentari.
    Se la ristorazione è data in appalto, la struttura ricettiva deve tenere sotto controllo l’attività del gestore mediante audit o campionamento ed analisi. Particolare importanza assume l’aspetto degli allergeni.
  2. Le piscine riabilitative e le palestre, che devono attenersi a normative specifiche, redigere il manuale di autocontrollo, eseguire monitoraggio e analisi periodiche.
  3. Gli impianti idrotermosanitari, che devono monitorare il rischio legionella attraverso protocolli di campionamento e analisi.
  4. Le lavanderie, che devono rispettare specifici e verificati requisiti di igiene e di sicurezza (UNI EN 14065).
  5. La sanificazione delle camere, che deve essere validata e verificata tramite audit, campionamento ed analisi.