Claim nutrizionali e salutistici: sanzioni in arrivo

Home NewsClaim nutrizionali e salutistici: sanzioni in arrivo
21 aprile 2017

Claim nutrizionali e salutistici: sanzioni in arrivo

Il 17 marzo la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il decreto legislativo 7 febbraio 2017, n.27, recante la disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 1924/2006 relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute per i prodotti alimentari.

Il regolamento 1924/2006 disciplina l’utilizzo di indicazioni (claim) nutrizionali e sulla salute nell’etichettatura, nella presentazione e nella pubblicità dei prodotti alimentari.

Il decreto legislativo 7 febbraio 2017 sanziona:

  1. L’impiego di claim nutrizionali e salutistici non consentiti dal regolamento europeo
  2. La messa in dubbio della sicurezza nutrizionale di una dieta priva del prodotto pubblicizzato in etichetta e l‘incoraggiamento al consumo eccessivo
  3. Claim nutrizionali e salutistici che non si riferiscono agli alimenti “pronti per essere consumati secondo le istruzioni del fabbricante”
  4. Le indicazioni generiche sulla salute, espresse in etichetta o pubblicità, supportate da claim autorizzati ai sensi del Regolamento
  5. La violazione dell’articolo 12 del Regolamento, ovvero in caso si suggerisca che “la salute potrebbe risultare compromessa dal mancato consumo dell’alimento”, si faccia “riferimento alla percentuale o all’entità della perdita di peso”, si citi il “parere di un singolo medico o altro operatore sanitario e altre associazioni mediche nazionali o di volontariato” (a meno che queste ultime non siano autorizzate da apposite norme in Italia)

La competenza nell’applicazione delle disposizioni è affidata al Ministero della Salute, alle Regioni e alle Province autonome di Trento e Bolzano, alle aziende sanitarie locali secondo gli ambiti di competenza. 

L’accertamento e l’erogazione delle sanzioni può avvenire anche su segnalazione di soggetti privati.