Covid-19 : Riparti in sicurezza, sanifica gli ambienti della tua azienda

Arachidi scatenano violente reazioni allergiche. Come eliminare la loro presenza in produzione?

Home NewsArachidi scatenano violente reazioni allergiche. Come eliminare la loro presenza in produzione?
13 novembre 2020

Arachidi scatenano violente reazioni allergiche. Come eliminare la loro presenza in produzione?

Bioleader, grazie all’utilizzo della Metodica Elisa, fornisce ai propri clienti i risultati dei test in 24 ore.

Le arachidi sono la prima causa di morte correlata all’anafilassi di origine alimentare.
Sono semi decorticati della Archis Hypoganea, una leguminosa erbacea annuale di origine sud-americana e il loro profilo chimico-nutrizionale è molto simile a quello degli acheni.

Le arachidi possono essere consumate tal quali, tostate e decorticate, spesso salate oppure sotto forma di derivati come l’olio di arachide o burro di arachide (idrogenato). Sono facilmente reperibili anche nell’industria alimentare sotto forma di farina e pasta.

Questa allergia è scatenata dalla reazione dell’organismo verso delle proteine in essa contenute e può causare orticaria, asma o disturbi gastrointestinali. Essendo una reazione immuno-mediata può scatenare anche uno stato di shock anafilattico che può causare la morte.

Queste allergie possono essere prevenute solo escludendo le arachidi dall’alimentazione.

Con l’entrata in vigore del reg 1169/11, i prodotti alimentari devono indicare in etichetta la presenza di allergeni (fra cui sono previste le arachidi), costituendo un mezzo efficace di informazione per i soggetti allergici.

Quando il produttore, sceglie di non indicare la potenziale presenza delle arachidi in etichetta, diventa fondamentale adottare delle procedure di esclusione di questo tipo di frutta secca sia dalle materie prime sia da cross contact durante la produzione. Diventa quindi essenziale validare e verificare tali procedure con analisi che possono essere effettuate sull’alimento (maggiormente precise ed efficaci) e sulle superfici dove questo viene trattato.

Bioleader, laboratorio di analisi specializzato nella sicurezza alimentare e nei controlli analitici per numerosi settori, è accreditata per la ricerca delle arachidi con la metodica ELISA ed è in grado di fornire i risultati in tempi rapidissimi – entro 24 ore.

Il metodo ELISA (enzyme-linked immunosorbent assay) è un saggio immuno enzimatico dove l’allergene arachide viene individuato attraverso il suo legame con anticorpi specifici adesi su una piastra, il complesso antigene – anticorpo viene quindi rilevato attraverso il legame con una molecola che genera una reazione colorimetrica quantificata attraverso uno spettrofotometro.